© 2019 by www.jsbach.it

  • Facebook - Bianco Circle
  • Instagram - Bianco Circle
  • YouTube
  • Twitter - Bianco Circle

Bach & l'Italia

Torino, 26-28 novembre 2020

Call for Papers

Oggi l’Italia può essere considerata a pieno titolo un Paese “bachiano”, in virtù della lunga tradizione iniziata da Padre Martini e dell’interesse riservato a Bach e alla sua musica nel corso degli ultimi due secoli. A tal proposito, è sufficiente pensare alla quantità di trascrizioni, edizioni e arrangiamenti, alle pubblicazioni accademiche  e divulgative, ai festival bachiani, alle registrazioni o l’uso della musica di Bach nei mezzi di comunicazione.

Il portale JSBach.it è stato fondato con l’obiettivo di migliorare la comunicazione e il coordinamento delle attività legate a Bach in Italia, facilitare e incoraggiare la ricerca accademica e artistica, e promuoverne la diffusione in Italia e all’estero.

In linea con questi intenti, JSBach.it annuncia il Primo Congresso Internazionale su Bach e l’Italia, che si terrà al Conservatorio di musica di Torino dal 26 al 28 novembre 2020, in collaborazione con il Conservatorio torinese, l'Istituto per i Beni Musicali in Piemonte, e il Coro Maghini, e con il patrocinio dell'Università di Genova, del DAMS dell'Università di Torino, del Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali dell'Università di Pavia, del Bach Network, de Il Saggiatore Musicale, della Società Italiana di Musicologia (SIdM), del Pontificio Consiglio per la Cultura, del Consolato Generale della Repubblica Federale di Germania a Milano e del Goethe Institut.

Gli studiosi e i musicisti  interessati sono invitati a presentare proposte connesse al tema “Bach e l’Italia”. Si prevedono presentazioni di 20 minuti, lecture-recitals di 30 minuti, e panels comprendenti più relazioni organiche tra loro.​

Si suggerisce di formulare proposte connesse ai seguenti ai macro-argomenti:

  1. Bach e i suoi modelli italiani

  2. Ricezione di Bach e della sua musica in Italia

  3. Bach e l’opera italiana

  4. Bach e la rinascita della musica strumentale italiana.

Per consultare un elenco più dettagliato, si prega di cliccare qui.

Le lingue ufficiali del Congresso saranno l’italiano e l’inglese, con preferenza per la seconda al fine di rendere il confronto con la comunità scientifica internazionale più facile e fruttuoso. Si potranno inviare abstract in italiano o in inglese, della lunghezza massima di 300 parole, corredati dei dati personali e di contatto e di biografia dalla lunghezza massima di 50 parole. Per l’invio delle proposte si prega di utilizzare il formulario reperibile cliccando qui, entro e non oltre il 15 maggio 2020 (italiano - inglese). Per informazioni: info@jsbach.it e il sito www.jsbach.it/bach2020 bit.ly/bach2020.

Il Comitato scientifico è composto da

  • Prof. Kenneth Hamilton (University of Cardiff),

  • Prof. Michael Heinemann (Hochschule für Musik, Dresda),

  • Dr habil. Michael Maul (Bach-Archiv e Intendant del BachFest di Lipsia),

  • Prof. Stefano A. E. Leoni (Conservatorio di Torino),

  • Prof.ssa Ruth Tatlow (Università di Uppsala),

  • Prof. Yo Tomita (Queen’s University, Belfast),

  • Dott.ssa Chiara Bertoglio (Conservatorio di Cuneo, JSBach.it)

  • Dott.ssa Maria Borghesi (Hochschule für Musik Dresda, JSBach.it)

Il convegno comprenderà una lectio magistralis tenuta dal Dr Michael Maul, una sessione plenaria conclusiva a cura del Prof. Raffaele Mellace, una tavola rotonda dedicata all'interpretazione di Bach in Italia e l’invito al concerto di gala offerto dal Coro Maghini e dal Festival BackTOBach di Torino.