© 2019 by www.jsbach.it

  • Facebook - Bianco Circle
  • Twitter - Bianco Circle

Claudio Di Veroli

Clavicembalista e musicologo - Lucca Barocca

Interpretazione, esecuzione, edizioni

Oltre a diversi articoli e libri pubblicati sulla prassi esecutiva della musica di J.S. Bach (accordatura e temperamento, tecnica barocca della tastiera, interpretazione) negli ultimi anni Claudio Di Veroli sta producendo edizioni di musica per la tastiera del Bach, con una ricostruzione delle diteggiature adoperate nella cerchia del compositore, e un esteso testo con consigli per l'interpretazione filologica.

Claudio Di Veroli è italiano, nato a Buenos Aires. Ha studiato con Ernesto Epstein (pianoforte e interpretazione) e Ljerko Spiller (musica da camera). Agli inizi degli anni '70 si trasferisce in Europa studia con Colin Tilney a Londra e Hubert Bédard a Parigi. Conseguito il Dottorato in Statistica Matematica dell'Imperial College di Londra, fa ritorno a Buenos Aires, dove è pioniere nell'introdurre l'interpretazione filologica della musica barocca per la tastiera. È stato tra I primi clavicembalisti ad adoperare le diteggiature barocche in tutti i pezzi eseguiti nei suoi recital. Compie ricerche sull'interpretazione del barocco francese, diteggiature antiche per la tastiera e temperamenti inequabili. I suoi lavori, apprezzati per iscritto da celebrità tra cui Gustav Leonhardt, Igor Kipnis, John Barnes e Patrizio Barbieri, comprendono monografie favorevolmente recensite, edizioni di musica per clavicembalo con diteggiature barocche, e articoli comparsi su varie testate. Considerato tra i primi specialisti in interpretazione della musica barocca nel Sud America, è stato Professore di Clavicembalo al Conservatorio Nazionale di Buenos Aires. Tra i suoi più recenti corsi di insegnamento vanno annoverate masterclasses in Uruguay, in Argentina, in Irlanda, e ai Conservatori Statali “Giuseppe Verdi” di Torino e “Luisa D'Annunzio” di Pescara. Come solista di clavicembalo oppure di organo ha suonato in sale da concerti, chiese, radio e televisione, da solo e con ensembles, meritando il vivo apprezzamento di importanti testate giornalistiche. Nel 2001 si è trasferito in Irlanda. Dal 2014 svolge la sua attività musicale a Lucca in Toscana.