Johann Sebastian Bach. La scienza della musica

Christoph Wolff

Bompiani, Milano 2003.

Questo volume costituisce la più importante biografia del Kantor mai scritta in tempi moderni, seconda solo a “Frau Musika” di Alberto Basso.
Nell’opera l’autore si concentra tra l’altro su un’analisi della prima e della seconda prattica, con una attenzione particolare a Monteverdi, Palestina e Zarlino.
Con grande umiltà, Wolff scrive nella prefazione alla prima edizione che “this volume may well be understood as a book about a book the author doesn’t feel quite ready to write”.
Cristoph Wolff (1940) è uno dei più importanti musicologi bachiani al mondo. Professore dell’Università di Harvard, è stato direttore del Bach-Archiv dal 2001 al 2013 ed è stato insignito nel 2006 del prestigioso Bach Prize dalla Royal Academy of Music di Londra.
Fra i suoi lavori, merita una menzione la sua tesi di dottorato, dedicata allo stile antico nella musica di Bach.

200px-Cc-by-nc_icon.png