Ton Koopman

Amsterdam Baroque Choir and Orchestra

Per un Johann Sebastian Bach storicamente informato

Tra i primi sostenitori della prassi storicamente informata, Ton Koopman ha eseguito la musica di Bach in tutto il mondo, sia come solista, sia in qualità di direttore.
L'attività di concertista lo ha portato a esibirsi in tutto il mondo, sia come solista che come direttore. La sua vasta discografia comprende l'integrale delle cantate e delle opere per organo di Bach, la Passione secondo Matteo (due registrazioni), la Passione secondo Giovanni, la Messa in Si minore, l'Oratorio di Natale, una registrazione della sua ricostruzione della Passione secondo Marco.
Molto amato dal pubblico italiano, Ton Koopman è stato uno dei "padrini" delle Settimane Bach, il ciclo integrale delle cantate di Bach organizzato dalla Società del Quartetto di Milano tra 1994 e 2004. Inoltre, ha scritto a quattro mani con Christoph Wolff un tre volumi su "Il mondo delle Cantate", tradotti in italiano.

Particolarmente legato all'Italia, è cittadino onorario della città di Verona.

Nato nel 1944, Ton Koopman studiò musicologia, organo con Simon Jansen e clavicembalo con Gustav Leonhardt. Si specializzò in musica barocca e ricevette il premio di eccellenza in entrambi gli strumenti.

Nel 1979 fondò la Amsterdam Baroque Orchestra, e, nel 1992, l'Amsterdam Baroque Choir, successivamente divenuti Amsterdam Baroque Orchestra & Choir. Specializzato in musica barocca, principalmente nei repertori relativi a Dietrich Buxtehude e Johann Sebastian Bach, Ton Koopman è un sostenitore della prassi storicamente informata.

Fra le case discografiche che hanno pubblicato suoi cd si citano la Erato, Teldec, Sony, Philips Records e Deutsche Grammophon. Nel 2002 ha fondato una propria etichetta discografica, la Antoine Marchand, traduzione francese del suo nome.

Fra il 1994 e il 2004 ha eseguito e registrato l'integrale delle cantate di Johann Sebastian Bach, impresa che gli ha valso il premio Deutsche Schallplattenpreis Echo Klassik 1997, il premio Berlioz e il BBC Award, oltre alle nomination per il Grammy Award e per il Gramophone Award. Nel 2005 ha dato inizio alla Dieterich Buxtehude - Opera Omnia, un progetto per registrare l'integrale delle opere di Dietrich Buxtehude. Da ottobre 2006 sono stati pubblicati diciassette volumi.

Dal 2004 è presidente della International Dieterich Buxtehude Society, e, nel 2012, ha ricevuto il Buxtehude-Preistränger dalla città di Lubecca e il Bach-Preistränger dalla città di Lipsia. Oltre alla cattedra di clavicembalo al Conservatorio Reale dell'Aia, Koopman è professore presso l'Università di Leida e membro onorario della Royal Academy of Music di Londra. Dal 2020 è socio onorario di JSBach.it

gr_completo_ORIZZ-2_©Giulia_Papetti_-_La